Tasti di scelta rapida

    Bar per assenzio di Antibes

    Per un aperitivo surreale, scendi nelle volte romane che ora sono il Bar Absinthe. Ma cos’è l’assenzio? Di cosa parla la “fata verde”, chiedi?

    Bar dell'assenzio di Antibes - bar dell'assenzio guida turistica di antibes3 1

    Assenzio

    L'assenzio è una bevanda molto controversa ma famosa in Francia. Ha il suo soprannome: La Fèe Verte, ovvero la Fata Verde. Bevanda altamente alcolica, è composta da anice verde, finocchio dolce e assenzio maggiore (artemisia assenzio), da cui ha preso il nome. Può farti sentire 'incantato' a causa del suo altissimo contenuto alcolico (90-148 prove USA!) Il modo corretto di consumarlo è diluendo lo spirito puro con acqua zuccherata.

    Voci negative

    A causa della presenza di "tujone", un composto chimico presente in tracce nello spirito, si credeva erroneamente che avesse effetti dannosi. Ma il tujone è presente anche in molte erbe, tra cui la salvia. Esistono numerose esagerazioni degli studi sull'assenzio prima degli anni '90 e molti paesi ne hanno imposto il divieto di consumo. Si è scoperto che gli effetti dannosi erano dovuti al fatto che alcuni fornitori aggiungevano lamelle di rame per migliorare il colore del loro assenzio di bassa qualità. Tutta questa cattiva pubblicità ha anche contribuito a farla bollare come bevanda nociva.

    Amato da artisti ed eccentrici

    Antibes' Absinthe Bar - bar dell'assenzio antibes guida di viaggio3
    van Gogh in un cimelio pubblicitario di assenzio

    La popolazione bohémien di fine Ottocento amava così tanto la bevanda da farne un simbolo della propria trasformazione: “La Fata Verde”.

    I bohémien l'avevano come guida fidata all'innovazione artistica. Molti scrittori e artisti hanno trovato ispirazione con questa bevanda. Era il loro simbolo nella ricerca di sfuggire alla realtà convenzionale del loro tempo. Picasso fece una scultura raffigurante un bicchiere di assenzio, mostrando il metodo tradizionale di prepararlo. Ernest Hemingway vi è sfuggito nelle sue opere. Vincent van Gogh ha consumato una quantità empia (ma ha anche bevuto altri liquori alcolici e persino alcuni materiali pittorici come la trementina, il che può escludere la voce che l'assenzio abbia causato il problema delirante di Van Gogh).

    Era così popolare che l'happy hour delle 17:00 in Francia veniva chiamato "l'ora verde,” o l'ora verde. Questo dopo l'orario di lavoro è quando si sono goduti il ​​​​loro spirito verde preferito.

    Dove trovare la fata verde

    Il posto più popolare per godersi l'assenzio è dentro Antibes, ma per trovarlo devi andare sotto un mercato in un'antica cripta romana.

    Vicino Le Marché provenzale, accanto ai ristoranti del centro storico, noterai un piccolo negozio chiamato La Balade en Provence . Nel suo seminterrato si trova la volta del IX secolo che, dal 2003, ospita un bar per l'assenzio. Non puoi perderti la grande insegna al neon verde, anche se potrebbe sembrare un po' sfocata all'uscita.

    Bar dell'assenzio di Antibes - bar dell'assenzio di antibes
    l'Assenzio Bar di Antibes

    Un ambiente davvero atipico, è una vivace cantina con pezzi di muratura romana e una barra di zinco originale del 1860. L'interno simile a una caverna fa un buon lavoro nell'evocare l'atmosfera di una bettola dell'inizio del XX secolo. Poster vintage ricoprono il soffitto a volta e file di bicchieri sono retroilluminati con il caratteristico colore della fata verde. I tavoli sono una decina, tutti con accessori come fontanelle per l'acqua da utilizzare nella preparazione dell'assenzio.

    Manifesti pubblicitari di assenzio e cimeli decorano il locale, e c'è un grande televisore sopra il bar che conferisce al locale un'atmosfera un po' sdolcinata. Hanno musica dal vivo e c'è una collezione unica di diversi cappelli alla moda che tutti possono provare e passare in giro dopo un giro di drink. È un posto sciocco e turistico, ma da non perdere.

    Diventa piuttosto rumoroso la sera quando c'è musica dal vivo, ma in una tranquilla domenica pomeriggio può sembrare deliziosamente losco respingere uno spirito a prova di 68.

    Come servono l'assenzio

    Qui l'assenzio viene servito in modo tradizionale. Ogni tavolo ha una "fontana" di assenzio con 4 rubinetti. Metti una zolletta di zucchero sul cucchiaio dell'assenzio, metti il ​​cucchiaio sul bicchiere contenente l'assenzio e fai gocciolare l'acqua sullo zucchero e infine nell'assenzio finché non diventa lattiginoso. Se ti senti avventuroso, chiedi al proprietario se può immergere la zolletta di zucchero nell'assenzio e accenderla per te. Sorseggialo, gustalo e goditi i postumi. Ti consigliamo vivamente di non guidare o fare qualcosa di frenetico dopo aver assaporato il delizioso liquore.

    Quindi, quando si visita il Antibes, goditi una notte unica e piacevole e vivi ciò che van Gogh e Picasso amavano, senza tagliarti le orecchie, ovviamente. Insegui la "fata verde" nell'antica cantina romana di un negozio al centro del mercato.

    Il contenuto è legalmente protetto.

    Hai un consiglio? Invia un'e-mail a [email protected]

    RicercaArchivio
    X
    ar العربيةzh-CN 简体中文nl Nederlandsen Englishfr Françaisde Deutschit Italianopt Portuguêsru Русскийes Español